#Libia Aggiornamento flash dai fronti libici n. 2 di Stefano Orsi

Tripoli

Il generale al Mismari, delle LNA ( forze di Haftar Esercito Nazionale Libico) ha dichiarato che i contrattacchi contro le linee avanzate delle sue forze di fanteria sono falliti, e che stanno ora avanzando verso i quartieri di Ayn Zharah e Salah Aldeen.
Sono stati avvistati diversi convogli di rinforzi e rifornimenti diretti verso il fronte di Tripoli, segno che il rallentamento delle operazioni delle forze di Haftar potesse veramente dipendere dall’eccessiva lunghezza della catena logistica, vero suo tallone d’Achille al momento.
Già esaminando i fronti siriani abbiamo sempre constatato come la logistica rappresenti il nemico principale di un attacco, se i rifornimenti di carburanti e munizioni sostengono costantemente la pressione offensiva, un attacco può avere possibilità di riuscire, viceversa mai.
A tal proposito, oltre ai rinforzi giunti nella città recentemente conquistata di Gharyan, sono stati avvistati sulla via dei fronti di Tripoli, sempre per le LNA, dei veicoli facenti parte del sistema di difesa aerea SA-6 “Gainful” (nomenclatura NATO) di produzione sovietica e il cui nome corretto sarebbe 2K12 “Kub”, nella nostra foto è inquadrato un radar mobile tipo SURN 1S91.

Le due antenne che potete osservare sono due tipi di radar indipendenti uno di acquisizione, quella inferiore, la 1S11 e una di illuminazione ad onda continua, quella superiore, entrambi indipendenti l’una dall’altra, si tratta di sistemi antecedenti lo sviluppo dei sistemi Buk, e sono risalenti agli anni 60-70.
                                                                    Stefano Orsi

Precedente Aggiornamento flash dai fronti libici del 7-4-2019 di Stefano Orsi Successivo #Libya #Syria: Video Sitrep Nr.050 di Stefano Orsi