Un altro aereo Russo ha sconfinato in Turchia?

04

Caccia “Su-34”, dopo lo scellerato abbattimento del bombardiere Su-24 da parte dei Turchi, il ministero della Difesa Russo ha dotato il Caccia di apparecchiature che lo trasformano in “Aereo da Guerra Elettronica”

Lo “sconfinamento” di un altro aereo Russo mette in “imbarazzo” la Turchia, che recentemente ha dichiarato nuove presunte violazioni dello spazio aereo Turco da parte di aerei Russi: Mosca ovviamente respinge le accuse. Il portavoce del ministero della Difesa Russo Igor Konachenkov ha dichiarato: “Ogni accusa di violazione dello spazio aereo Turco da parte di nostri aerei, è pura propaganda, Ankara tenta di sfuggire alle conseguenze dell’abbattimento dell’Su-24, dopo che, la scatola nera del bombardiere, ha dimostrato che il velivolo non aveva sconfinato in Turchia”.

04
Il portavoce del ministero della Difesa Russo Igor Konaşenkov

Gli specialisti della difesa aerea Turca, devono essere ormai consapevoli, che i radar che controllano lo spazio aereo Siriano, ora sono in grado di registrare non solo l’altezza, la direzione di volo e la velocità, ha poi aggiunto il portavoce. “Nessuna delle tecnologie Turche è in grado di determinare il tipo di velivolo o il paese d’appartenenza d’un aeromobile, non possono stabilire se i velivoli sono Russi o della coalizione NATO guidata dagli Stati Uniti. Questo è a loro possibile solo con un contatto visivo diretto”
Igor Konaşenkov ha proseguito: “Inoltre, resta il fatto che da tempo, che non vi è alcuna richiesta di contatto radio della Turchia, con piloti i Russi”.
Il Ministero degli Esteri turco insiste comunque a denunciare sconfinamenti e sollecita la Russia a fermare queste violazioni, a tal proposito, il Ministero ha convocato l’ambasciatore Russo ad Ankara.

2

Riepilogando, il 24 novembre scorso, la Turchia ha abbattuto il bombardiere SU-24 provocando la morte dei due aviatori Russi, il bombardiere volava a 6000 metri e non era dotato di armi di difesa aerea. Gli esami della scatola nera hanno appurato che non aveva sconfinato. L’aereo veniva abbattuto sui cieli della Siria da un missile aria-aria sparato da un caccia F-16 Turco precipitando in territorio siriano, a 4 km dal confine con la Turchia.

Luciano Bonazzi

Fonti>
-http://fr.sputniknews.com/
-http://www.habertuar.com/
-http://reseauinternational.net/
-http://debuglies.com/

GEOPOLITICA

Informazioni su Luciano Bonazzi

Writer, traveler, Pastor & Protestant Missionary, I deal with geopolitics, various news, social issues, disabilities. / Scrittore, Viaggiatore, Pastore Protestante Missionario. Mi occupo di Geopolitica, notizie varie, tematiche sociali, disabilità.

Precedente E' UNA RELTA' TERRIBILE. NON POSSIAMO ESSERE COMPLICI! Successivo BOMBE AI SAUDITI: UN AGGIORNAMENTO DA CONDIVIDERE