UE: La Slovacchia riconosce la Crimea come parte della Russia


Una delegazione di parlamentari slovacchi, in visita nella penisola di Crimea, la riconosce come parte della Federazione Russa.

I parlamentari accompagnati da un gruppo di uomini d’affari slovacchi, hanno anche denunciato che il regime di Kiev ha fatto grandi pressioni sugli apparati dell’Unione Europea per fermare l’iniziativa slovacca di visitare la penisola. A capo della delegazione slovacca, Peter Marcek, membro del Consiglio nazionale della Repubblica slovacca. Marcek è un politico post-comunista, figlio dell’ex consigliere dell’allora ambasciata Cecoslovacca a Mosca.

Il consigliere Marcek, ha confermato l’appartenenza storica della Crimea alla Russia fin dall’epoca zarista e ha dichiarato di considerare formalmente la penisola, come parte della Russia. La Crimea, venne infatti assegnata all’Ucraina dai sovietici e nonostante le rassicurazioni, dopo i fatti di Piazza Maidan, la popolazione russa venne sottoposta a pogrom e massacri, da parte dei nazisti della giunta di Kiev.

Miliziani Ucraini

Nonostante Marcek e i delegati abbiano deplorato gli sforzi del governo ucraino per impedire alla delegazione slovacca di visitare la penisola, non hanno voluto incolpare il popolo ucraino ma il regime al governo. Il politico ha aggiunto che la Slovacchia vorrebbe operare attivamente per la riappacificazione tra la Federazione russa e l’Ucraina.

Quella slovacca non è stata la prima delegazione politico-economico ad aver visitato la Crimea, in passato altre delegazioni giunsero nella penisola da Belgio, Germania e Italia. È degno di nota che il capo della Repubblica ceca, un tempo federata alla Slovacchia, Milos Zeman, da tempo affermi che l’adesione della Crimea alla Federazione Russa dovrebbe essere considerata un dato di fatto.

In sintesi, la Slovacchia, con altri stati membri dell’UE, chiede di revocare tutte le sanzioni alla Russia, nel segno della pacificazione del vecchio continente.

Luciano Bonazzi

Fonte: www.pravdareport.com

Precedente Video: Assad e la moglie Asma, incontrano le famiglie dei caduti russi Successivo Ucraina: quattro partigiani del Donbass colpiti da mortaio di Kiev