Turchia: incendio vicino a una base NATO

0-

Un enorme incendio è scoppiato ieri sera vicino a una base NATO a ovest di Izmir, le autorità locali non escludono si tratti di un sabotaggio. I media turchi riferiscono che a causa del forte vento, il fuoco si è propagato rapidamente, raggiungendo la base militare della NATO e che finora non si hanno notizie di morti o feriti, né sulla causa dell’incidente.
Secondo la CNN turca, il fuoco minaccia l’area residenziale e ha già distrutto una casa di cura. Il network televisivo T24 ipotizza che potrebbe essere un “sabotaggio anti-americano” a seguito del recente colpo di stato.
0-

Finora i rappresentanti della NATO non hanno rilasciato alcun commento sull’accaduto. L’incendio, che coinvolge un’area di 40 ettari, non è stato ancora domato, nonostante il dispiegamento di elicotteri e Canadair.
Il fatto che questo incendio si sia verificato a pochi giorni dal fallito golpe contro Recep Tayyip Erdogan, è quantomeno sospetto. Infatti, il governo turco aveva accusato Fethullah Gülen, avversario del presidente turco in esilio negli Stati Uniti e chiesto a Washington la sua estradizione. Nei giorni successivi al fallito colpo di stato, il Ministro del Lavoro turco aveva accusato gli Stati Uniti di essere “dietro al colpo di stato”, mentre il Premier Binali Yildirim, aveva dichiarato: “La Turchia si considera in guerra con tutti gli stati che supportano Gülen”.
0-
Il presidente Barack Obama, aveva risposto che la Turchia doveva presentare maggiori informazioni a sostegno delle proprie teorie.
Resta il fatto che l’alleanza tra Ankara e Washington sembra essersi incrinata. A preoccupare maggiormente vi è l’alta probabilità che nella base NATO minacciata dall’incendio siano presenti testate nucleari.

Luciano Bonazzi

Fonti

-http://t24.com.tr/
-http://reseauinternational.net/

I commenti sono chiusi.