#Syria Aggiornamento dai fronti del 24-9-2018 by Stefano Orsi


Damasco – Dopo l’abbattimento dell’Il-20 russo causato dall’attacco illegittimo israeliano su obbiettivi anche civili in Siria, le autorità russe, del tutto insoddisfatte dalla ricostruzione lacunosa dei fatti riportata dalla commissione militare israeliana a Mosca dei giorni scorsi, avrebbero preso la ferma decisione di upgradare le difese aeree di Damasco fornendo alcuni reggimenti di sistemi S300, ne hanno in dotazione diversi in quanto sono in corso di sostituzione in Russia con i moderni S400.

Nelle prossime due settimane potrebbero iniziare ad arrivare i nuovi sistemi difensivi e il personale siriano inizierà quanto prima gli opportuni corsi di addestramento al fine di operare e gestire al meglio delle loro capacità questi nuovi sistemi missilistici. Per la Siria rappresentano infatti un salto generazionale notevole rispetto a quelli attualmente in dotazione, obsoleti e spesso fatiscenti, che offrono scarsissima probabilità di centro con singolo lancio.

Oggi è stato trattato l’argomento direttamente dai Presidenti Bashar al Assad e Vladimir Putin, era dal giorno dell’attacco che non si sentivano direttamente.

Stefano Orsi

Il Ministro della Difesa russo, generale Sergej Šojgu, spiega le misure che verranno adottate dopo l’abbattimento dell’aereo Il-20

Servizio televisivo sull’abbattimento dell’aereo russo

Precedente #Syria News: Video Sitrep Nr.042 by Stefano Orsi Successivo #Syria Situazione operativa sui fronti siriani al 27-9-2018