“SALVATE IL SOLDATO MOHAMMED PARTE SECONDA”: Cosa combinano gli elicotteri USA a Ramadi?

Quest’oggi sui media di Regime veniva magnificato l’appoggio aereo USA all’esercito Iracheno, grazie al quale la città di Ramadi sarebbe sfuggita al controllo dell’ISIS. Tutti i servizi che abbiamo udito spiegavano però, che prima di entrare nella città, l’Esercito Iracheno doveva attendere fosse esclusa la possibilità che il centro abitato fosse stato completamente minato da esplosivi. Pertanto, le truppe Irachene si sono accampate, mentre gli USA in uno slancio di generosità si sono avvicendati con gli elicotteri per “bonificare l’area”.
004

Grande atto di generosità? Ebbene, il comandante Iracheno Khamenei Haidar al-Hosseini al-Ardavi, ha rivelato all’Agenzia di stampa Iraniana Fars dell’esistenza di un piano Statunitense per evacuare i leader Daesh-ISIL-ISIS dalla città di Ramadi. Questa dichiarazione è stata rilasciata dal comandante, infuriato per essere stato fermato, proprio mentre cercava di consolidare la vittoria sui terroristi ed entrare a Ramadi.
Il comandante Iracheno Khamenei Haidar al-Hosseini al-Ardavi ha dichiarato: “Il rallentamento nelle operazioni di liberazione di Ramadi è avvenuto anche a Falluja nella provincia di Anbar e dovuto alle ingerenze degli Stati Uniti.”
In precedenti articoli, a partire da “SALVATE IL SOLDATO MOHAMMED” jihadisti trasferiti dalla Siria allo Yemen su aerei NATO http://lucianobonazzi.altervista.org/salvate-il-soldato-mohammed-jihadisti-trasferiti-dalla-siria-allo-yemen-su-aerei-nato-2/ ed altri che troverete “sfogliando” il sito, avevamo approfondito di come DAESH-IS, ISIL, ISIS e gruppi collegati fossero in realtà la stessa cosa: Un reparto NATO, autorizzato, armato e finanziato dalla CIA.
mccain-isis

Abbiamo più volte incrociato le notizie che potevano sembrare propagandistiche, con dati forniti da servizi segreti Indiani o di altri paesi non coinvolti nell’area e non anti-Americani: Ogni volta abbiamo trovato che gli USA, in particolare il Presidente Obama e Famigliari sono coinvolti eccome!

Quando l’Esercito Iracheno, Sabato 24 Ottobre 2015, aveva lanciato razzi sulle posizioni di Daesh in un campo petrolifero nei pressi di Beiji, a circa 250 chilometri a nord di Baghdad, in Iraq, fu rallentato da una richiesta degli USA. “Ci sembrò che gli Stati Uniti volessero evacuare alcuni capi segreti dell’ISIL, oggi, coi loro elicotteri stanno ripetendosi nella città di Ramadi, per trasferire i terroristi”.
005

Lo sfogo del comandante Iracheno Khamenei Haidar al-Hosseini è scaturito durante lo sforzo bellico, mentre le Forze Armate Irachene continuavano a guadagnare terreno verso il centro di Ramadi, dove centinaia di Daesh terroristi sono intrappolati. Mercoledì scorso, le truppe irachene erano riuscite a compiere progressi significativi e in un punto della città, ad al-Daesh Zubat, l’esercito aveva trovato e attaccato alcuni bunker. I progressi raggiunti avevano fatto dichiarare al capo di Stato Maggiore dell’Esercito, tenente generale Othman al-Ghanimi che sarebbero bastati solo un paio di giorni per far capitolare Daesh-IS nella città di Ramadi: Ora dovrà attendere che gli USA facciano i loro soliti traffici.

Luciano Bonazzi>
-http://en.farsnews.com/
-http://sputniknews.com/
-http://reseauinternational.net/
-http://www.whatdoesitmean.com/

GEOPOLITICA

Informazioni su Luciano Bonazzi

Writer, traveler, Pastor & Protestant Missionary, I deal with geopolitics, various news, social issues, disabilities. / Scrittore, Viaggiatore, Pastore Protestante Missionario. Mi occupo di Geopolitica, notizie varie, tematiche sociali, disabilità.

Precedente L'Egitto chiede il ritiro immediato dell'esercito Turco in Iraq Successivo L'alleanza tra Russia e Armenia preoccupa la Turchia