Putin ha incontrato il leader della Cecenia, Ramzan Kadyrov

5
Facendo seguito ad altri articoli contenuti in questo sito, da ultimo “Chi ha incastrato Ramzan Kadyrov?” pubblicato il 20 marzo 2016, ci giunge un nuovo aggiornamento dal Cremlino. Ramzan Achmadovič Kadyrov leader paramilitare e Primo Ministro reggente della Repubblica Cecena, è certamente un personaggio controverso, ma ha dimostrato d’essere in grado fermare l’estremismo in Cecenia. Per questo motivo ci fa piacere vedere che le difficoltà di Ramzan sembrano aver trovato una soluzione.
4
Vladimir Putin ha avuto un incontro di lavoro col leader della Repubblica cecena Ramzan Achmadovič Kadyrov, durante la quale, quest’ultimo ha informato il presidente sulla situazione socio-economica della Cecenia. Durante l’incontro, Putin ha annunciato la sua decisione di nominare Kadyrov come reggente ad interim della Repubblica cecena: ecco la relazione del faccia a faccia tra i due leader.

Vladimir Putin: “Ramzan Akhmatovich, inizieremo la nostra discussione trattando i temi tradizionali sule problematiche della situazione socio-economica in Cecenia. Visto che abbiamo incontri regolari, vorrei conoscere i risultati dell’esercizio 2015, mi piacerebbe parlare di come hai portato a termine i compiti assegnati e facendo retrospettiva, confrontare l’attuale gestione con quella degli scorsi anni. Per favore”.

Kadyrov: “Grazie Vladimir Vladimirovich, da quando nel 2007 mi hai affidato la gestione economica del paese, prima di tutto ho posto l’accento sulla sicurezza e successivamente sullo sviluppo dell’economia e sulle questioni sociali. Nel 2007 abbiamo subito 157 attacchi con 56 morti causati da gruppi di terroristi, ad oggi, le uccisioni sono nel complesso 19, nel corso del 2015 abbiamo arrestato 50 terroristi sono stati arrestati.
Per quanto riguarda la disoccupazione, nel 2007 la popolazione inattiva ammontava al 76%, oggi siamo scesi al 12,1%. Abbiamo ristrutturato o costruito un totale complessivo di 1400 strutture sociali come asili, scuole, ospedali e investito nell’edilizia abitativa con 1308 nuove case e 6500 alloggi restaurati.
Nel quadro delle infrastrutture, abbiamo aumentato le strade asfaltate di 500 chilometri, mentre abbiamo raggiunto un totale 2.500 km di rete elettrica. Gli investimenti sono aumentati del 148% cioè 270 miliardi di rubli (3,5 miliardi di €) e avviato altri 174 progetti per 260 miliardi di rubli (3,4 miliardi di €), investimenti volti ad incrementare di entrate proprie la repubblica; in generale, possiamo definire l’attuale situazione eccellente. La gente capisce il corso scelto, come la prosecuzione del lavoro iniziato dal nostro primo presidente, l’eroe Akhmad Kadyrov, vede risolte tutte le vecchie emergenze sociali e che l’economia sta acquistando slancio. Credo di aver saputo far fronte a tutti i compiti che mi sono stati assegnati e voglio aggiungere che se vorrai indicarmi nuovi obiettivi m’impegnerò a soddisfarli”
.

Vladimir Putin: “Ramzan, ti abbiamo affidato una repubblica in condizioni del tutto fatiscenti, praticamente distrutta, entrambi sappiamo in che condizioni era la sfera sociale e abbiamo visto i risultati dei tragici eventi nel Caucaso, in particolare in Cecenia. L’impatto sulla vita delle persone aveva raggiunto livelli talmente crudeli, che abbiamo voluto che il primo presidente della Repubblica cecena avesse come primo obbiettivo il miglioramento delle condizioni di vita e la sicurezza dei cittadini nella Cecenia. In Cecenia vivono tante persone laboriose, determinate e creative, pronte a impegnarsi per il bene della repubblica cecena e della Russia nel suo complesso: il benessere delle persone, questo il compito principale del leader di questo stato della Federazione Russa.
4
So quello che hai fatto in questi anni, lo vediamo coi nostri occhi che la Cecenia e stata trasformata e non solo esteriormente. Dove c’erano rovine nelle città e nei villaggi distrutti, oggi vediamo fiorenti centri abitati e non esageriamo!
Gli insediamenti e le comodità crescono, si moltiplicano nuovi edifici belli, dei quali possono essere orgogliosi non solo i Ceceni, ma l’intero Caucaso e aggiungo tutta la Russia, inoltre, la vita sociale e lo sport sono stati rilanciati. Costruire ospedali e asili dovrebbe essere la base delle attività di ogni leader come te, ma aggiungo che se molto è stato fatto in Cecenia, molto resta ancora da fare.
Hai parlato della lotta contro la disoccupazione, su questo problema hai fatto molto, ma, soprattutto per i giovani, molto resta da fare. Ci dovrà essere più lavoro, non lavoro “informale”, ma posti di lavoro fissi perché i giovani possano crearsi un futuro. Te l’ho già detto una volta, io e te siamo completamente sintonizzati sugli obiettivi e oggi ti vedo trasformato in un buon manager Ramzan”
.
Ramzan: “Quel che ho fatto, Vladimir Vladimirovich, non viene da me, ma è un requisito del popolo ceceno, quello cui vorrei attirare la tua attenzione è la necessità di un più stretto coordinamento tra la Cecenia e il governo federale, soprattutto sui problemi della sicurezza. Sì, oggi la Cecenia è diventata un luogo sicuro in cui far vivere i nostri cittadini, per il popolo ceceno questa certezza è dovuta principalmente al tuo sostegno, forse siamo lo stato più sicuro della Russia”.
Vladimir Putin: “Molto bene! Sarà quindi necessario concentrare la mia attenzione per migliorare i contatti con le autorità federali, e naturalmente, bisognerà far di tutto per rispettare le leggi russe in tutte le sfere della nostra vita, voglio sottolinearlo, in tutti i settori della nostra vita.
Quindi, scadendo il termine del tuo mandato, alla luce dei dati che mi hai fornito sul tuo operato e in base a quanto hai fatto negli ultimi anni per la Cecenia, per i tuoi concittadini in primo luogo e di conseguenza per tutta la Russia, firmerò quest’oggi un decreto di nomina quale Primo Ministro reggente della Repubblica Cecena fino al mese di settembre, cioè fino alle nuove elezioni. Spero che il popolo della Cecenia, sarà in grado di apprezzare, durante la campagna elettorale e le elezioni, ciò che hai fatto per il paese.
Ma ripeto, non dobbiamo mai essere soddisfatti di quanto abbiamo fatto, dobbiamo sempre guardare al futuro e sapendo che puoi e devi fare di più per la Cecenia, ti auguro un grande successo”
.
4
Kadyrov: “Vladimir Vladimirovich, ti ringrazio molto per la fiducia, abbiamo già dedicato un ordine del giorno alla scrittura della Costituzione della Repubblica cecena. Si è riunita, praticamente, l’intera popolazione del paese e siamo pronti alla democratizzazione del Paese. Vladimir Vladimirovich Putin, siamo sicuri che nel nostro paese non ci saranno altre guerre, il terrorismo e l’estremismo sono stati sconfitti. Grazie per la tua fiducia, siamo pronti a seguire fedelmente i tuoi ordini: Questo era il sogno di mio padre Akhmad, per il quale ha dato la vita”.

Luciano Bonazzi

N.B. L’articolo è un riassunto della riunione interfaccia tra Putin e Ramzan, per approfondire i dettagli: Fonti>

-http://www.kremlin.ru/
-http://izvestia.ru/
-http://www.kp.ru/

GEOPOLITICA

Informazioni su Luciano Bonazzi

Writer, traveler, Pastor & Protestant Missionary, I deal with geopolitics, various news, social issues, disabilities. / Scrittore, Viaggiatore, Pastore Protestante Missionario. Mi occupo di Geopolitica, notizie varie, tematiche sociali, disabilità.

Precedente Palmira è libera! Successivo Incursore Russo infiltratosi dietro le linee nemiche s'immola nel bombardamento.