Putin incarna la speranza per i cittadini dell’Unione Europea

12193428_10154692100083539_2016757027338648036_n

Il presidente Russo Vladimir Putin è riuscito a ripristinare l’immagine positiva della Russia come garante della stabilità mondiale, lo dichiara l’analista politico Germano Dottori.
Dottori fa parte della redazione di Limes-Rivista Italiana di Geopolitica, Nomisma, della Luiss-Guido Carli e precedemente del CeMiSS (Centro Militare di Studi Strategici). Ricercatore presso la Libera Università internazionale degli Studi Sociali di Roma.
In una intervista rilasciata all’Agenzia Russa Sputnik, ha esposto la sua analisi sul ruolo che la Russia e il suo Presidente rivestono sulla scena internazionale. Il politologo ha evidenziato i passaggi del discorso di Putin all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel mese di ottobre 2015, “uno dei discorsi più importanti di tutti tempo“.
Putin, dice Dottori “ha ribadito il ruolo della Russia come garante della stabilità nel mondo“, un ruolo che ha interessato i cittadini europei preoccupati per il caos che regna ai confini dell’UE. “L’idea che la Russia sia in grado di svolgere il ruolo di stabilizzatore, ha migliorato sensibilmente l’immagine del paese, e l’operazione militare russa in Siria è stato il primo passo“, osserva il ricercatore.
Per quanto riguarda l’atteggiamento degli europei nei confronti del presidente russo, il politologo ha osservato che, nonostante i tentativi da parte dei media occidentali di regime che cercano di denigrare Vladimir Putin, il Presidente Russo è diventato un punto di riferimento per gli Europei presso i quali gode di grande popolarità.
Putin incarna la speranza e la fiducia in un’Europa in crisi profonda“.
Tuttavia, l’Europa occidentale, persiste nella sua convinzione che gli Stati Uniti siano ancora la principale superpotenza di riferimento, ma che chiudere i rapporto con la Russia sia controproducente (vedi embargo economico. N.D.A) alcuni politici, sotto la copertura di anonimato, riconoscono che i Russi hanno ragione, ma temono di dichiararlo pubblicamente“; questo ha dichiarato il Politologo aggiungendo: “Molti funzionari Europei critici verso l’annessione Russa della Crimea, hanno abbassato i toni dopo il lancio dell’operazione Russa in Siria contro il Califfato“, allo stato attuale, il ruolo politico Russia è sempre più compatibile con gli interessi della politica UE, più delle iniziative americane nell’area Mediterranea“.

Luciano Bonazzi

Fonte> Agenzia di Stampa Russa http://fr.sputniknews.com/

GEOPOLITICA

Informazioni su Luciano Bonazzi

Writer, traveler, Pastor & Protestant Missionary, I deal with geopolitics, various news, social issues, disabilities. / Scrittore, Viaggiatore, Pastore Protestante Missionario. Mi occupo di Geopolitica, notizie varie, tematiche sociali, disabilità.

Precedente L'Eurasia, nel frattempo, va avanti per la sua strada. Successivo Il fratello di Barack Obama si è unito ad Hamas: "Gerusalemme è nostra, arriviamo!"