Essere presidente degli USA fa bene agli affari!


Premesso che, sotto questo aspetto hanno fatto scuola il Clan Clinton e Obama, la presidenza USA, sarà anche pagata relativamente poco, circa 400.000 dollari l’anno, ma i benefici collaterali sono ben più alti.
Fermo restando che Donald Trump fa il presidente gratuitamente, i Clinton e Obama hanno sempre fatto confluire nelle loro “Fondazioni” generose donazioni a fronte di contratti stipulati tra USA e, generalmente, i paesi arabi. Si tratta infatti della legalizzazione all’americana di tangenti incassate per la vendita di armi e altre amenità.
Ma se Trump ha rinunciato allo stipendio presidenziale, di sicuro non prova imbarazzo a sfruttare la sua posizione per incrementare i suoi business.

Nei giorni scorsi, i soliti agitatori anti-Trump hanno manifestato affinché il magnate rendesse pubbliche le sue dichiarazioni dei redditi: un genere di protesta che non ha mai sfiorato i Clinton, Bush e Obama.
Come si sa da mesi, Donald Trump ha utilizzato gli stessi escamotages dei Clinton, di Obama e di tutti i riccastri americani, per pagare meno tasse in maniera legale, quindi evita di rispondere a questa richiesta. Per le leggi americane non è tenuto a farlo e deve rispondere solo al fisco americano che, a quanto pare, non ha nulla da contestargli, inoltre la richiesta dei manifestanti non viene estesa ad altri riccastri, come Radical-Chic e Star Hollywoodiane, che peraltro utilizzano gli stessi meccanismi di Trump.
Recentemente durante una visita a Trump, il principe Mohammad bin Salman Al Sa’ud ha chiesto al presidente USA di costruirgli una nuova città vicino a Riad. Il principe ha aggiunto che il suo desiderio è quello di aprire il suo paese al turismo e alla modernità, il progetto prevede di creare una Las Vegas saudita con tanto di casinò. Ovviamente, Trump si è scusato perché la sua carica gli vieta di fare business, tuttavia ha indirizzato il principe a chi attualmente gestisce le sue aziende.
Anche gli Emirati Arabi Uniti vogliono che Trump costruisca una nuova città e anche in questo caso il presidente ha messo in contatto i suoi managers con gli emiri.
Morale della storia? Cosa se ne fa Trump di 400.000 dollari l’anno?

Luciano Bonazzi

Fonti: http://www.huffingtonpost.it, http://reseauinternational.net/, Tvsvizzera.it

Precedente L'Islam, non il Cristianesimo, permea l'Europa Successivo DA CAMP DARBY ARMI USA PER LA GUERRA IN SIRIA E YEMEN