Non cali l’attenzione dei media sulla drammatica storia di Alì

5
Da “Salviamo la vita di Alì Mohammd Al-Nimr” Petizione diretta a:
-Sovrano dell’Arabia Saudita Re Salman Bin Abdulaziz Al Saud
-Suprema corte dell’Arabia Saudita
-Ministro degli Esteri italiano
-Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini.

Petizione promossa da Stefano Molini, Roma, riceviamo e pubblichiamo il seguente aggiornamento

23 GEN 2017 — Carissimi, vi invio il link della mia intervista all’Ansa per la causa di Alì Mohammd Al-Nimr, il giovane saudita condannato a morte nel suo Paese dopo un processo farsa per presunti reati commessi quando era ancora minorenne e ad oggi ancora nel braccio della morte.

E’ mio desiderio rivolgere un particolare ringraziamento alla mia cara amica Tania D’Amico per il suo impagabile interessamento al caso.

#FreeNimr #Change

Attivista saudita rischia decapitazione, ‘non dimenticare’ – Cronaca – ANSAMed.it
(ANSAmed) – ROMA, 23 GEN – Oltre 440mila firme. Sono quelle raccolte su change.org per Alì Mohammd Al Nimr, l’attivista sciita condannato a… ->
http://www.ansamed.info/ansamed/it/notizie/rubriche/cronaca/2017/01/23/attivista-saudita-rischia-decapitazione-non-dimenticare_55848368-102c-4aec-99f5-907d61341a61.html
0003
Firma anche tu la petizione al seguente indirizzo di change.org—>> https://www.change.org/p/freenimr-salviamo-la-vita-di-al%C3%AC-mohammd-al-nimr#petition-letter

Grazie

Precedente LA FALSA ACCUSA DI TRUMP A OBAMA Successivo Stefano Orsi: Aggiornamento da Deir Ezzour e Aleppo in Siria del 22-1-2017