NO!! al nuovo inganno by STEFANO ORSI

0

NO!! al nuovo inganno

SABATO 22 OTTOBRE 2016 – Nonostante l’effetto Obama, o forse proprio grazie alle ingerenze di Usa, Jp Morgan, PSE, Germania, Francia, Rettiliani, Masai, Lapponi, Illuminati, Benigni, i cannibali del Congo e altre personcine schieratesi con il si, tornano nei sondaggi seri, ad essere in testa i NO ragionati e consci di seguire il bene del Paese e non interessi a noi estranei, la modernità è nel diritto, il vecchiume è nel torbido inganno, giusto per precisare e rimettere ordine nelle ingannevoli parole d’ordine dei media nostrani.
Un piccolo spunto di ragionamento: se i nostri media ci raccontano tante “balle” sui fatti internazionali, tanto grandi da stravolgere completamente la verità dei fatti (Siria, Ucraina, Donbass, Liba ecc ecc ) pensate davvero che vederli tutti schierati a sostegno di un inganno come il si, sia confortante o invece possa preannunciare un ennesimo tranello per farci precipitare ancora più in basso??

Basta pensare solo ad un fatto, una modifica della Costituzione, per principio, NON PUO’ e NON DEVE mai essere fatta da una semplice maggioranza, essa deve essere sempre , invece , il frutto di un vero e sincero, onesto accordo tra le parti e le visioni del Paese, questo accadde esattamente quando la nostra Costituzione venne scritta, oggi invece vediamo che pur di mettere la propria firma su una brutta e confusa modifica, peggiorativa da molti , troppi aspetti, si voglia portare il Paese ad una frattura che diverrà insanabile e provocherà , con una eventuale successiva e differente maggioranza, l’immediato ricorso ad una nuova ed opposta riforma, anch’essa a maggioranza e così via di volta in volta in un gioco al massacro stupido e distruttivo. Se nel manifesto stesso del Partito Democratico vennero scritte, chiare ed incontrovertibili queste parole:
“La sicurezza dei diritti e delle libertà di ognuno risiede nella stabilità della Costituzione, nella certezza che essa non è alla mercé della maggioranza del momento, e resta la fonte di legittimazione e di limitazione di tutti i poteri.
Il Partito Democratico si impegna perciò a ristabilire la supremazia della Costituzione e a difenderne la stabilità, a metter fine alla stagione delle riforme costituzionali imposte a colpi di maggioranza, anche promuovendo le necessarie modifiche al procedimento di revisione costituzionale.”

Controllate pure è scritto qui http://www.partitodemocratico.it/gC…

Questa sola ragione basterebbe a bocciare senza alcun indugio una forzatura non richiesta e non necessaria al Paese, la nostra storia recente, gli anni dal dopo guerra ad oggi ci hanno visti crescere e prosperare per decenni, fino alle prime stagioni di riforme dopo la caduta del muro di Berlino, da li in avanti di riforma in riforma è stato un vero calvario, ogni qualvolta si sia posto mano alla forma Stato ci siamo trovati in una condizione peggiore della precedente, e proprio non si capisce perchè stavolta dovrebbe essere differente, viste le premesse.
Le ingerenze esterne altro non fanno che avvalorare questa ipotesi, che ci si trovi di fronte ad un ennesimo inganno ai danni del popolo italiano e a NOI TUTTI spetta di rigettare questo ennesimo tentativo di prevaricare le nostre prerogative di sovranità nazionale, ecco cosa chiedo a tutti voi amiche ed amici Compagne e Compagni di impegnarVi a fondo per comprendere i tanti limiti e gli aspetti peggiorativi per il nostro Paese che questa cosiddetta riforma reca con se e di diffondere a tutti i livelli delle vostre conoscenze la realtà dei fatti: si deve cambiare solo per il meglio NON PER IL PEGGIO, restiamo aggrappati alla nostra CARTA, restiamo aggrapapti a ciò che ci lasciarono i Padri fondatori del nostro Paese, persone che avevano vissuto la dittatura, e affrontato una guerra orribile e davastante, a loro possiamo e dobbiamo guardare per ritrovare la forza di gridare il 4 dicembre p.v. un secco NO!!!
0--
Stefano Orsi
0
Questa la dichiarazione dell’amico Stefano, col quale sono diviso nell’appartenenza partitica, ma unito nella passione che dovrebbe spingere ogni cittadino di questo paese a lottare per difendere la Costituzione. Le bugie dei sostenitori del si, traspaiono a partire dal fatto che nel quesito referendario, il Bicameralismo Perfetto e stato travisato in Bicameralismo Preciso: Giocare sulle parole, abbaglia solo gli stolti illetterati! Da questo momento, quella che era una decisione personale a difesa della Costituzione, coinvolgerà questo blog che da oggi si dichiara esplicitamente per il NO alla deriva para-dittatoriale Renzista.

Luciano Bonazzi

Precedente Le elezioni truccate negli Stati Uniti sono la norma Successivo IL COMITATO NO GUERRA NO NATO RIPRENDE IL SUO PERCORSO DA FIRENZE