L’Unione Europea pianifica il controllo dei cittadini “intolleranti”.

L’Unione europea ha in programma il controllo dei cittadini che i Radical-Chic definiscono intolleranti. Il Consiglio europeo sulla tolleranza e la riconciliazione, ha presentato un progetto per combattere l’intolleranza. In particolare la lotta alla xenofobia, cioè, in base alle loro menti obnubilate dall’uso di sostanze psicotrope, la discriminazione etnica, religiosa, l’antisemitismo e l’anti-femminismo. Ovviamente il giudizio avrà una serie di distinguo, per cui se gli antisemiti saranno pseudo-Antifa o Islamici, se le religioni discriminate saranno Cristianesimo ed Ebraismo, se un Nero offenderà un Caucasico sarà giustificato. Eccezioni a parte, i reati verranno trattati al pari di percosse e lesioni gravi.
04 (3)
Il Consiglio Europeo sulla tolleranza e la riconciliazione in questo caso non ravviserebbe razzismo

Ciò che a prima vista sembrerebbe positivo, perché ditemi: chi non vorrebbe un mondo di eguali che vivono in Pace e Tolleranza?

I detrattori del progetto guardano infatti con perplessità ad alcune formule ed espressioni non chiaramente definite, anche per quel che riguarderebbe “la sorveglianza ufficiale dei cittadini e delle organizzazioni intolleranti”
04 (4)

L’educazione alla “tolleranza” inizierà dalla scuola primaria e proseguirà attraverso tutti i livelli d’istruzione fino all’università. Il modello educativo sarà sostenuto da tutti i media e gli adolescenti che non soddisferanno la direttiva UE per la “tolleranza” verranno sottoposti a programmi rieducativi. A supporto delle misure proposte saranno creati organismi competenti in ogni paese dell’Unione Europea.
04
Reporter che indossa la kippah ebraica in una città Svedese viene aggredito da islamici, anche in questo caso per il Consiglio Europeo sulla tolleranza e la riconciliazione non si ravviserebbe l’aggravante dell’antisemitismo

Quando il progetto sarà operativo, la libertà d’espressione e d’opinione sarà rigorosamente limitata in Europa.
Thomas Hürlimann, scrittore e drammaturgo svizzero, ha riassunto il suo pensiero sulla tolleranza: “Quello che mi preoccupa di più dell’UE, è che vuole imporci una nuova tipologia umana. Tutto ciò che ci caratterizza culturalmente sarà destinato a scomparire, vale a dire, la sessualità, le religioni Europee, le varietà dell’etnia caucasica, o forse anche il sovrappeso. In futuro, sarà consentito solo un grigio stereotipo in nome di una strana tolleranza. Ma attenzione! Una tolleranza che rovescerà le nostre certezze universali per farci divenire l’opposto di ciò che siamo. Chiunque denunci questa contraddizione oggi rischia la reputazione, un domani, forse anche la vita. Con la scusante della tolleranza scoppierà la caccia agli “Intolleranti” finchè non saranno sradicati gli ultimi individui con un’identità Europea”
blacks-beating-up-whites
Bullismo e Razzismo? Anche in questo caso, per il Consiglio Europeo sulla tolleranza e la riconciliazione nessuna aggravante, sarà solo una generica rissa

Se non ci opponiamo a questo progetto di pseudo-tolleranza, se non ci ribelliamo a quello che sempre più si manifesta quale Quarto Reich UE, saremo annientati nelle nostre individualità. Dobbiamo fermare il mostro, difendere le nostre Culture, Tradizioni, Identità: Solo unendoci, come fecero i nostri nonni contro il nazismo, potremo fermare la dittatura UE e i suoi piani di annientamento!

Il PDF del progetto degli Euro-dittatori è disponibile al seguente indirizzo–> http://www.europarl.europa.eu/meetdocs/2009_2014/documents/libe/dv/11_revframework_statute_/11_revframework_statute_en.pdf

Luciano Bonazzi

Fonti>
-http://www.kla.tv/
-http://www.heise.de/
-http://reseauinternational.net/
-http://www.ibtimes.co.uk/
-http://angrywhitedude.com/

GEOPOLITICA

Informazioni su Luciano Bonazzi

Writer, traveler, Pastor & Protestant Missionary, I deal with geopolitics, various news, social issues, disabilities. / Scrittore, Viaggiatore, Pastore Protestante Missionario. Mi occupo di Geopolitica, notizie varie, tematiche sociali, disabilità.

Precedente L'ASSE SEGRETO USA-ARABIA SAUDITA: I RETROSCENA DELLA GUERRA CONTRO LA SIRIA Successivo UNA GUERRA CHE DURA DA VENTICINQUE ANNI