L’ITALIA HA LE MANI SPORCHE DI SANGUE!

0
Da LUIGI GRIMALDI di Milano, riceviamo e pubblichiamo un’aggiornamento alla sua petizione

L’ITALIA HA LE MANI SPORCHE DI SANGUE!

25 OTT 2016 — Siamo a un passo da una svolta! Vi chiediamo, con un piccolo sforzo, di rilanciare sui social media, facendo copia-incolla questo Tweet:
bombe italiane diverse con 1 stesso n° NSN e matricola lanciate dai sauditi in #yemen @robertapinotti @PaoloGentiloni @matteorenzi Perché? pic.twitter.com/7G6iNUodOF
0

Domenica 23 ottobre il programma di Italia 1 “Le Iene” , di cui vi alleghiamo il link, ha mandato in onda un nuovo servizio sui bombardamenti con ordigni italiani in Yemen. Una inchiesta di Dino Giarrusso, autore del servizio Luigi Grimaldi, che ha messo pesantemente in discussione le affermazioni della Ministra della Difesa Roberta Pinotti e ha documentato la clonazione di numeri di serie delle bombe vendute dall’Italia ai Sauditi, che potrebbe essere un metodo per aggirare i controlli. Il servizio si conclude con 5 domande a cui il nostro governo non ha mai risposto:

1. DURANTE LA RECENTE VISITA DI STATO IN ARABIA SAUDITA HA ESPRESSO LA PROTESTA DEL POPOLO ITALIANO PER LE ATROCITA’ COMMESSE DAI SAUDITI IN YEMEN?

2. LO SA CHE TUTTE LE ORGANIZZAZIONI UMANITARIE E MOLTE AGENZIE DELL’ONU HANNO ACCUSATO I SAUDITI DI CRIMINI DI GUERRA, COMMESSI IN YEMEN
ANCHE CON LE NOSTRE BOMBE?

3. MINISTRA, PERCHE’ IL TRANSITO IN ITALIA DEI BOMBARDIERI VENDUTI AI SAUDITI VENGONO MASCHERATI DA VOLI DI STATO INGLESI?
4. PERCHE’ NON SI DA IL VIA ALL’EMBARGO PROMOSSO DAL PARLAMENTO EUROPEO?

5. SIGNORA MINISTRA: PERCHE’ L’ITALIA DEVE CONTINUARE AD AVERE LE MANI SPORCHE DI SANGUE?

Grazie a tutti per l’aiuto!
Le iene – puntata del 23 ottobre 2016 – giarrusso-l’italia-ha-le-mani-sporche-di-sangue http://www.iene.mediaset.it/puntate/2016/10/23/giarrusso-l%C3%A2%E2%82%AC%E2%84%A2italia-ha-le-mani-sporche-di-sangue_10501.shtml
0003
Per sostenere questa petizione firma anche tu–> https://www.change.org/p/basta-bombe-fabbricate-in-italia-e-usate-dai-sauditi-nei-massacri-di-civili-in-yemen-matteorenzi

I commenti sono chiusi.