L’IRAN accusa gli USA: avete armato AL-QAEDA con missili anticarro!

2
“Ringraziamo i nostri fratelli di Daesh-IS per averci fornito i missili coi quali siamo ora in grado di contrastare Russi, Francesi e Siriani”. Questa la frase pronunciata dai terroristi di AL-QAEDA riguardo ai missili TOW che gli USA avevano inizialmente consegnato ai cosiddetti “Ribelli” anti-Assad, ma che questi avrebbero passato ai terroristi. La fornitura, che ammontava a 50 tonnellate di armamenti era stata autorizzata dal Presidente Obama: non vorremo fare illazioni, ma siamo certi che gli USA siano estranei al passaggio di mano delle armi?
Il punto focale è che proprio questi missili forniti dagli Americani sono gli stessi che stanno mietendo vittime nella coalizione antiterrorismo islamico in Siria. La consapevolezza del coinvolgimento di Obama ha suscitato preoccupazioni e rabbia da parte di Iran e Russia, che erano pronti a schierare i carri-armati in seguito alle azioni aeree contro il Califfato.

Il pasticcio del conferimento di armi USA ai terroristi è avvenuto quando il cosiddetto Esercito Siriano Libero e Al-Nusra, hanno dato vita al gruppo terroristico Jaish al-Fatah. Dallo scorso marzo, Jaish al-Fatah ha combattuto sui fronti di Aleppo, Lattakia, Hama e Idlib. Grazie all’alleanza Jaish al-Fatah, Al-Nusra e il movimento Ahrar Al-Sham (milizia Salafita come il fratello di Obama, Malik) ) hanno libero accesso alle armi pesanti USA. Tuttavia è certo che oltre agli Stati Uniti, anche Arabia Saudita e Qatar passano armamenti NATO all’E.S.L., che poi li gira ai terroristi alleati.
Secondo l’Agenzia Iraniana Fars, lo scorso mese l’Arabia Saudita ha inviato 500 missili TOW ad Al-Nusra. Gli Stati Uniti, nonostante siano consci di rifornire i terroristi, fanno come niente fosse e continuano a rifornire l’E.S.L in Siria ormai legato ad al-Qaeda: secondo il Pentagono, sembra al momento il male minore.
3
I missili TOW (Tube launched Optically tracked Wire guided) regalati da Stati Uniti e alleati NATO hanno un costo di 15.000 dollari a pezzo, denaro che gli ignari cittadini dei paesi NATO pagano con le proprie tasse per una guerra inutile e costruita a tavolino da USA e alleati Arabi, questo unitamente ai costi atroci in vittime umane.
I TOW sono stati impiegati dai terroristi per la prima volta nell’ottobre U.S., nel corso dell’offensiva di terra delle truppe Russo-Siriane. Sembra a questo punto che gli USA prendano a riferimento quanto avvenuto negli anni ’80 in Afganistan, quando fornendo di missili Stinger i Talebani contribuirono a ribaltare le sorti del conflitto in favore di questi ultimi: Apparentemente è ciò che si sta tentando Siria, una guerra tra Washington e Mosca.
4
La NATO ha avviato il programma TOW nel 2014, al fine di mettere in difficoltà Damasco, fornendo armi leggere, munizioni e missili anticarro, essenziali per colmare il divario con le armi pesanti in dotazione all’Esercito Siriano. Il programma TOW era stato concepito per mettere alle corde Assad e convincerlo ad un compromesso politico, ma con l’entrata in scena della Russia la strategia è stata completamente stravolta.
5
Oggi, non possiamo stabilire se la dotazione TOW potrà cambiare le sorti della guerra così come accadde con gli Stinger negli anni ’80 in Afganistan, ma è importante notare, come, proprio in Siria i russi stiano utilizzando aerei e non elicotteri, se non dopo massicci bombardamenti di “ammorbidimento”.
Il programma TOW, a parte tutto, continua ed è strana una clausola del programma, cioè che i missili vengono consegnati in “piccole” quantità e per ricevere ancora, gli islamisti devono dimostrare di non aver venduto al mercato nero la parte detta “Lanciatore”.

Luciano Bonazzi

Fonti>
-www.huffingtonpost.com
-http://en.farsnews.com/
-http://www.difesaonline.it/
-warisboring.com
-www.redicecreations.com

I commenti sono chiusi.