L’embargo alla Russia? Un’atto di guerra commerciale USA…

9
L’embargo alla Russia? Un’atto di guerra commerciale USA per il prezzo del petrolio.

Analizzando l’aumento della produzione di petrolio russo gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita si sentono minacciati dal rischio di un calo del prezzo e dunque dei profitti derivanti. “Aumentando la sua produzione di petrolio a 11 milioni di barili al giorno, dopo aver firmato un accordo con la Cina per escludere il pagamento del petrolio russo in dollari, la Russia ha sfidato simultaneamente Stati Uniti e Arabia Saudita”.
Pochi giorni dopo essersi sentita negare la possibilità di diminuire la produzione in attesa del superamento del periodo di crisi, la Russia ha annunciato, quale ritorsione, d’esser pronta ad aumentare la produzione fino ad un quantitativo senza precedenti.
“Se loro (i sauditi) possono aumentare o diminuire a loro piacimento la produzione di barili, anche noi siamo in grado di farlo”, ha dichiarato Alexander Novak, ministro russo dell’energia a margine della Conferenza internazionale sull’energia di Mosca.
5a4
Alexander Valentinovich Novak Ministro dell’Energia della Russia
Alexander Novak, nato il 23 ago 1971 in Avdiivka, Donetsk, in Ucraina, è un politico russo e attuale Ministro dell’Energia. Diplomatosi all’Istituto Industriale di Norilsk nel 1993 in economia e gestione metallurgica, dal 1993 al 1997 è stato economista, responsabile dell’Ufficio finanziario della Ragioneria del Complesso industriale della città di Norilsk, dal 1997 al 1999 ha diretto il dipartimento di pianificazione fiscale dello stesso.
Da settembre 2008 a maggio 2012 è stato Vice Ministro delle Finanze della Federazione Russa, nel maggio 2012 è stato nominato ministro dell’Energia nel Governo Medvedev.
“Teoricamente, siamo in grado di aumentare la nostra produzione attuale di 11 o 13 milioni di barili al giorno”
Durante l’ultimo decennio, la produzione di petrolio russo è salita inaspettatamente da 6 a 11 milioni di barili al giorno, cosa che non fa certo piacere ad Arabia Saudita e Stati Uniti che, con lo stupito embargo che sta soffocando la già asfittica economia dell’Unione Europea, cerca di vendicarsi sulla Russia a spese dei cittadini europei.

Luciano Bonazzi

Fonti>
-http://salympetroleum.com/
-http://www.dailymail.co.uk/
-http://reseauinternational.net/
-http://parstoday.com/

GEOPOLITICA

Informazioni su Luciano Bonazzi

Writer, traveler, Pastor & Protestant Missionary, I deal with geopolitics, various news, social issues, disabilities. / Scrittore, Viaggiatore, Pastore Protestante Missionario. Mi occupo di Geopolitica, notizie varie, tematiche sociali, disabilità.

Precedente Gli Stati Uniti hanno violato il cessate il fuoco in Siria e armato Al Qaeda Successivo Salvaguardiamo la nostra salute!! NO AI GLIFOSATI!!