La Polonia la fa finita con l’aborto

9

Da CitizenGO, oggi 25 aprile 2016, riceviamo e pubblichiamo la seguente petizione di Sostegno alla riforma legislativa in Polonia a favore della vita, rivolta a POPOLO E ISTITUZIONI POLACCHE
Pur non avendo questa redazione, posizioni pregiudiziali sull’argomento, riteniamo che l’aborto sia la più triste tra le conquiste conseguite dalle donne. Auspichiamo una società che protegga le ragazze madri, anche attraverso il superamento di residui quanto obsoleti pregiudizi e che si sostengano concretamente le donne con significativi aiuti economici, durante e dopo la gravidanza. Riteniamo che, laddove vi sia pericolo per la salute della madre, non si debba esitare a salvare in ogni caso la madre. Ma considerato che l’aborto non deve essere metodo contraccettivo o strumento di Selezione Genetica della Razza, invitiamo a sostenere o meno la petizione secondo la propria coscienza.

Sostegno alla riforma legislativa in Polonia a favore della vita

All’attenzione del popolo polacco, del Ministro della Giustizia Zbigniew Ziobro e del Ministro della Salute Konstanty Radziwiłł:

Voglio manifestare il mio sostegno alla corrente iniziativa legislativa di riforma delle legge polacca sull’aborto, all’insegna di un ulteriore rispetto del diritto alla vita. La Polonia può rappresentare un crocevia per l’Europa, e un esempio da seguire per tutti i Paesi in cui il diritto alla vita del nascituro è umiliato.

Vi invitiamo a non lasciarvi sopraffare dalle critiche propagandistiche provenienti dall’estero e a perseverare in un progetto di legge che, in caso di gravidanze problematiche, intende promuovere la risoluzione del problema e non l’eliminazione del nascituro.

Grazie per quello che state facendo. Vi auguro di riuscire in questa difficile impresa e che essa sia d’esempio a tutti noi.

Cordialmente

La Polonia ha la possibilità concreta di conseguire la più grande vittoria della storia recente a favore del diritto alla vita.
L’attuale legge polacca è già relativamente orientata secondo una concezione di rispetto della vita del nascituro, ma ora il nuovo governo ha i voti in parlamento per una riforma che tutelerebbe integralmente le donne e i bambini dalla piaga dell’aborto. Il governo, eletto lo scorso ottobre, non ha ancora attuato riforme in questo ambito. Ma le cose possono cambiare: un’iniziativa legislativa dei cittadini polacchi chiede proteggere la vita del nascituro anche in caso di disabilità, stupro o incesto.
L’opinione pubblica polacca è stata fortemente colpita dal recente caso di un feto sopravvissuto ad un aborto (per Sindrome di Down) e lasciato ad agonizzare per ore, senza nessuna assistenza medica.
Come era purtroppo prevedibile, i media occidentali (oltre alle solite istituzioni internazionali, come le Nazioni Unite) stanno facendo enormi pressioni sulla Polonia, rappresentandola come un Paese arretrato che vuole “tornare indietro” nella tutela dei diritti delle donne. Ecco perché è importante far sentire al popolo e alle istituzioni polacche il sostegno di tutti coloro che, da ogni parte del mondo, sperano nel successo di questa iniziativa legislativa e guardano alla Polonia con speranza.
Questa petizione vuole manifestare la vicinanza e la solidarietà al popolo e al governo polacco di tutti coloro che credono nel valore della vita nascente, in un momento che può essere davvero storico per tutti noi.

03
Se decidete di sostenere questa petizione, potete farlo al seguente indirizzo CitizenGO>>>>> http://www.citizengo.org/it/lf/34235-support-polands-new-pro-life-effort-comprehensively-protect-mothers-and-babies-abortion

Precedente Grande successo mail bombing aiutateci a sensibilizzare poste! Successivo Gli Stati Uniti hanno violato il cessate il fuoco in Siria e armato Al Qaeda