La Cina minaccia di entrare in guerra contro gli Stati Uniti

La Cina minaccia di entrare in guerra contro gli Stati Uniti, dopo le azioni provocatorie USA: “La guerra potrebbe essere inevitabile”. E’ ciò che ha dichiarato l’ammiraglio Wu Shengli dopo alcuni atti provocatori contro la marina Cinese. L’ammiraglio ha aggiunto che non saranno tollerati ulteriori “incidenti” e che gli atteggiamenti Statunitensi potrebbero innescare un grave conflitto nel Mar Cinese Meridionale.

general-chinois
L’ammiraglio Wu Shengli

La dichiarazione è stata rilasciata dopo che una nave da guerra degli Stati Uniti si è avvicinata a un’isola artificiale della quale il governo di Pechino rivendica da anni la sovranità (In realtà l’isola sarebbe rivendicata anche da altri stati asiatici N.D.A.).

ile-chine
L’Isola contesa

La Cina ha così attaccato Washington: “Se gli Stati Uniti continuano a perpetuare questo tipo di atti provocatori e pericolosi, potrebbero scatenare l’intervento delle nostre forze marittime e aeree per assicurare il rispetto dei confini; un semplice evento minore potrebbe innescare una guerra.” Pechino ha aggiunto “Speriamo che gli Stati Uniti, in virtù dei buoni rapporti tra le nostre nazioni s’impegneranno a evitare simili incidenti in futuro.”
In occasione di recenti colloqui tra Stati Uniti e Pechino, Washington ha dichiarato che i comandanti della Marina USA seguiranno i protocolli onde evitare provocazioni e altri scontri. Un portavoce della Marina Statunitense ha insistito che le operazioni miravano a “proteggere i diritti, le libertà in conformità al diritto marittimo internazionale.”
Pechino ha invitato gli USA ad evitare di immischiarsi nella disputa che coinvolge Cina, Vietnam, Filippine, Malesia, Taiwan, Brunei e di mantenersi a distanza dall’area che peraltro non è di pertinenza Statunitense, in poche parole un invito della Cina agli USA di starsene a casa loro.

Luciano Bonazzi

Fonti> Express.co.uk – http://www.nouvelordremondial.cc/

I commenti sono chiusi.