I lavoratori uptime il 27 gennaio donano il sangue contro i licenziamenti

0005
Da #SIAMOTUTTIUPTIME, Aggiornamento sulla petizione, riceviamo e pubblichiamo:

25 gen 2016 — Continuate a sostenerci con i vostri “mi piace”su pagina facebook siamotuttiuptime e twitter @tuttiuptime:
Dallo sciopero delle mutande a quello dei fantasmi, ma Sempre con tanta determinazione e convinzione. Ormai Poste sta manifestando la volontà di fissare una data di incontro con tutte le organizzazioni sindacali coinvolte, e da quell’incontro ci aspettiamo un percorso che individui le soluzioni in grado di garantirci il nostro lavoro. Sino a quel momento , sino a quando non avremo la certezza che Poste si assumerà la responsabilità sociale
nei nostri confronti, noi continueremo la protesta. Continueremo con tanta più
Rabbia e convinzione per ogni pezzo del nostro lavoro che vedremo andarsene e continueremo fino alla Vittoria. Prossima Tappa il 27 gennaio:perché se Poste vuole il nostro sangue noi non glielo diamo ma lo doniamo!
0003
Per sostenere questa petizione fai copia-incolla, oppure evidenzia e cliccando col tasto destro del mouse apri in un’altra scheda, e firma nel sito https://www.change.org/p/poste-italiane-non-lasciare-a-casa-100-lavoratrici-e-lavoratori-siamotuttiuptime-postenews

I commenti sono chiusi.