Brexit, Casa Bianca, NATO, IV Reich UE: A cosa si preparano?

001
Oggi consideriamo che, uscendo dall’Unione europea, il Regno Unito manterrebbe comunque il suo “rapporto speciale” con gli Stati Uniti. Londra è membro dell’accordo “Five Eyes”, cioè la UKUSA Community, alleanza dei paesi anglofoni guidata da Stati Uniti e Regno Unito al fine di raccogliere informazioni attraverso attività di SIGINT (SIGnal INTelligence). La comunità UKUSA gestisce il sistema di controllo mondiale ECHELON, le intelligence di riferimento sono: la famigerata National Security Agency (NSA) Statunitense, Il Defence Signals Directorate Australiano, il Communications Security Establishment Canadese, il Government Communications Security Bureau Neozelandese, mentre per il Regno Unito, è competente il Government Communications Headquarters (GCHQ).
0

La Gran Bretagna è sottoscrittrice della Carta Atlantica e co-fondatrice della NATO. I catastrofisti che in questi giorni descrivono panorami apocalittici dopo il Brexit, sostengono che una delle conseguenze sarà il collasso del dominio mondiale da parte degli anglosassoni. Il Consiglio di Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti ha garantito che in ogni caso non sarà messa in discussione la permanenza del Regno Unito nel Patto Atlantico.
Prima del voto di giovedì scorso, si era tentato di tutto per contrastare il leader conservatore pro-Brexit, Boris Johnson, probabile nuovo inquilino del numero 10 di Downing Street.
0
Si era tentato “Ogni Mezzo” per convincere gli inglesi, con le buone o con le cattive, l’Unione europea, aveva proposto vantaggi speciali per il Regno Unito, purché non uscisse dall’unione.
Per “OGNI MEZZO”, forti delle esperienze pregresse, abbiamo rilevato che, generalmente, i leader anti-UE, morivano in seguito ad attentati classificati come gesti di folli (Pim Fortuyn).
0
Pim Fortuyn
Oppure strane morti a seguito di strani incidenti, con inchieste che facevano apparire le vittime come squallidi personaggi dalla vita sregolata, ai quali in fondo stava bene la fine fatta (Jörg Haider e almeno un altro).
0
Jörg Haider
Lo stesso Nigel Farage dell’UKIP inglese, ha subito due attentati, il distacco improvviso di una ruota vicino alla città francese di Dunkerque e il sabotaggio del piccolo aereo sul quale volava durante una campagna elettorale.
0
Il fondo è stato toccato con l’assassinio della parlamentare laburista Helen Joanne “Jo” Cox, deputata contraria all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.
0
Questa giovane donna sconosciuta all’estero e poco nota nel Regno Unito, è stata colpita da tre colpi di arma da fuoco e poi accoltellata vicino a Leeds, nel nord dell’Inghilterra. L’assassino, tale Tommy Mair, sarebbe, secondo i media, un neo-nazista, che contrariamente ai suoi simili in Grecia e Ucraina, avversava l’Unione Europea: sarà processato nel prossimo novembre per terrorismo.
Chi come noi è contrario a “Questa” Unione Europea, organizzazione massonico-finanziaria antidemocratica, ascolta attonito le dichiarazioni di chi sostiene che decisioni come il Brexit, non possono esser prese dai cittadini comuni, ma da “Persone Preparate”. Quando udiamo enormità come questa, ci torna in mente l’inutile “macellaio sociale” Mario Monti e la nostra mente è attraversata dalle vivide immagini della rivoluzione francese.
0
Inoltre chi è stato educato culturalmente alla tolleranza democratica, ascoltando certe affermazioni, fatte anche da telegiornalisti RAI pagati da noi, è preso da pensieri nostalgici sull’assalto al Palazzo d’Inverno, pertanto consigliamo i succitati a fare qualche piccolo esercizio di democrazia.
0
Vorremo concludere dicendo che il popolo inglese ha messo in pratica il suo diritto all’autodeterminazione, possibilità che noi italiani non abbiamo. Se dunque plaudiamo al popolo inglese, quest’oggi, leggendo l’articolo di Manlio Dinucci NATO/EXIT, OBIETTIVO VITALE , che trovate immediatamente sotto questo, non possiamo fare a meno di chiederci cosa hanno in mente gli occidentalisti: che vogliano coinvolgerci in una guerra contro la Russia?

Luciano Bonazzi

Fonti>
-http://reseauinternational.net/
-http://ilmanifesto.info/

Precedente NATO/EXIT, OBIETTIVO VITALE Successivo Russia: La Duma introduce una norma che vieta gli OGM