Aggiornamento flash n. 2 del 22-3-2017 by Stefano Orsi


……………………………………………………………………………………..

Kuweires

Come annunciato oggi le truppe siriane, procedendo veloci da nord e da sud, come una tenaglia, hanno chiuso le milizie del Califfato in una sacca dentro la cittadina di Dair Afir, ultima loro roccaforte nella provincia di Aleppo, spero davvero che accettino subito di ritirarsi e si trasferiscano velocemente a Raqqa, in modo che le truppe siriane possano procedere lungo la valle che fiancheggia la sponda destra del lago Assad .
Parte delle Unità Tigre sta lasciando questo fronte alla volta di Hama.

Hama

Prosegue l’offensiva di al Qaeda, i terroristi stanno purtroppo avanzando velocemente e altri villaggi sono caduti, Hama dista ormai pochi Km, ma li le difese sono più numerose.
Le Unità Tigre si stanno portando velocemente in questo settore, come sempre dovranno aiutare il coordinamento delle forze siriane e sopperire col loro valore al poco addestramento delle milizie delle Forze di Difesa Nazionale, NDF, truppe di stanza su questo fronte, persone della zona, coraggiose, spesso sono uomini maturi, capifamiglia arruolatisi per difendere i loro villaggi dai terroristi, ma mancano di addestramento.

Verso questo fronte si stanno muovendo anche i soldati freschi di addestramento speciale, le reclute del 5° corpo d’armata siriano, i nuovi mille soldati che nel mese di marzo hanno completato la loro formazione con ufficiali dei corpi speciali russi, sono unità poste direttamente sotto il comando di ufficiali dell’esercito di Mosca, a Palmira hanno liberato la città con una operazione da manuale, dando ottima prova di se, di saper combattere in ogni condizione, sia in ambiente urbano che soprattutto manovrando in spazi aperti come il deserto.

Raqqa

Nella mappa sovrastante potete osservare il punto del lancio dei paracadutisti americani, raggiunti poi, via barca, da molti miliziani curdi.
Damasco
Prosegue l’attacco siriano che ha ricacciato i miliziani Qaedisti dai capannoni che avevano conquistato ieri, al momento invece stanno combattendo per non doversi ritirare anche dalla zona di Sadkop all’interno del quartiere di Jobar.

Per una miglior visualizzazione delle mappe invitiamo ad andare ai seguenti link:
https://www.facebook.com/stefano.orsi.376/posts/997754707025409
http://sakeritalia.it/…/situazione-operativa-sui-fronti-si…/

Stefano Orsi

I commenti sono chiusi.