Il Presidente della Repubblica Cecena Ramzan Achmadovič Kadyrov sta con Putin!

Ramzan_15
Il Presidente della Repubblica Cecena Ramzan Achmadovič Kadyrov

Della Cecenia ci siamo già occupati nell’articolo NUOVA DRAMMATICA PROVOCAZIONE, IS-DAESH DECAPITA CITTADINO RUSSO http://lucianobonazzi.altervista.org/nuova-drammatica-provocazione-is-daesh-decapita-cittadino-russo/ disponibile in questo sito, “sfogliando” fino alla data del 3 dicembre 2015

La Cecenia sta con Putin e il suo Presidente Ramzan Kadyrov

Migliaia di persone si sono radunate ieri a Grozny in solidarietà col loro leader Ramzan Achmadovič Kadyrov, dopo che da giorni è al centro di polemiche per aver definito “nemici del popolo al soldo dell’Occidente” i politici dell’opposizione Russa. Reagendo a queste dichiarazioni un membro del partitino Piattaforma Civica, Konstantin Senčenko, deputato del Consiglio municipale di Krasnoyarsk, in Siberia, ha attaccato Kadyrov, definendolo “Vergogna della Russia”. (Salvo poi scusarsi pubblicamente con lo stesso Kadyrov su Instagram).

03
Secondo i dati del ministero dell’interno, ieri mattina 800.000 persone, provenienti da tutta la Cecenia, si sono radunate davanti alla grande moschea intitolata ad Akhmad Kadyrov, padre dell’attuale leader, (La Cecenia è una Repubblica Islamica osservante ma non integralista NDA). Le misure di sicurezza sono state rafforzate da check-point, metal detector e centinaia di uomini delle forze di sicurezza a protezione dei manifestanti.
Moltissimi cittadini d’ogni età hanno sventolato bandiere di Cecenia e Russia, mostrando ritratti del presidente Ceceno Ramzan Achmadovič Kadyrov e di Vladimir Vladimirovič Putin. I cartelli branditi dai manifestanti recavano scritte quali: “Sono con Kadyrov”, “Kadyrov Eroe della Russia”. Sul palco della manifestazione sono saliti deputati della Duma di Stato, una delegazione politica dall’Inguscezia, un rappresentante del Consiglio dei Muftì di Russia, un rappresentante della Chiesa Ortodossa, personalità pubbliche e del mondo dello sport, tutti li per sostenere il leader Ceceno, che nonostante le critiche dei media occidentali, a Grozny è molto popolare.
03
Molti Ceceni sostengono che qui, dopo le due guerre del 1990 e 2000, c’era solo miseria e distruzione, mentre ora, grazie a Kadyrov la guerra per la Cecenia è solo un ricordo, ci sono posti di lavoro per tutti, la città di Grozny è stata ricostruita e rinnovata, anche grazie ai soldi dei Russi. Infatti, l’aggressione del politico siberiano Konstantin Senčenko, nasce da accuse di compravendita di consensi in Cecenia da parte dei Russi. Ovviamente, Mosca, con quei soldi, non finanzia solamente la ricostruzione post-bellica, la infrastrutture e il lavoro, ma stabilizza e mette in sicurezza il Caucaso.
03
Ramzan Kadyrov: Sono sinceramente grato a tutti coloro che hanno partecipato a questa manifestazione di massa (http://chechnyatoday.com/ Oggi alle 10:29)
La piazza di Grozny insegna che se qui, nel decennio scorso si combatteva nelle strade e il terrorismo Islamico finanziato da NATO e UE per aumentare l’espansione del Nuovo Ordine Mondiale la faceva da padrone, oggi la situazione è completamente diversa. Migliaia di persone scendono in piazza a Grozny con le bandiere Russe, i ritratti di Putin, e cartelli con scritto “La nostra forza è l’unità”, “Vogliamo una grande Russia”, per i manifestanti di Grozny, Kadyrov incarna “L’orgoglio della Russia”. Il Presidente Ramzan Achmadovič Kadyrov è l’uomo che assicura lavoro e sicurezza, è leale alla Russia di Putin, ed è a capo della Repubblica Cecena, nazione col 90% di Musulmani ma soprattutto è fondamentale contro le infiltrazioni Jihādiste in Russia.

Luciano Bonazzi

Fonti>
-http://chechnyatoday.com/
-http://www.corriere.it/
-http://www.occhidellaguerra.it/

Precedente Padre Saeed Abedini è libero Successivo Rimuovere l'Arabia Saudita dal Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite